Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - CHIESE E MONUMENTI - Chiesa della Madonna delle Grazie - La leggenda del lago (Film)

La leggenda del lago (Film)

 

La critica
 Chiara Buccini (il Centro)

 
Il lago del Fucino Leggende , Tradizioni, Magia e Cultura. C'è la bellezza di una Marsica tutta da soprire nel film "La leggenda del Lago" per la regia di Germano Di Mattia.

La pellicola narra la storia della statua della Madonna DElle Grazie Di Cerchio ritrovata nel 1803 nelle acque del Lago Fucino, ma questo è solo il pretesto per raccontare le vicende del popolo marsicano. <­<­Alla gente, alla mia terra d'Abruzzo, alla città di Cerchio>>: Con questa dedica, il regista marsicano ha voluto dimostrare l'attaccamento alla sua terra e la voglia di far conoscere i suoi tesori.

Il film-documentario è stato presentato nell'ambito dei festeggiamenti per il bicentenario della Madonna Delle Grazie di Cerchio, è diviso in due parti. La prima tratta l'aspetto storico culturale e religioso dell'intera vicenda, nella seconda parte invece si raccontano le tradizioni e le vicende del popolo marsicano soprattutto relative al fenomeno dell'emigrazione, agli anni della seconda guerra mondiale ed al dopoguerra.
  

Nobili Centotrenta attori professionisti e non, un cast tecnico (al montaggio Alfredo Di Marco), e un anno di programmazione. E' una pellicola che parla soprattutto attraverso le immagini; le acque del lago Fucino prosciugato completamente nel 1860, il verde verde delle montagne che sembrano proteggere la Marsica come fosse una perla preziosa, la spontaneità della gente, il culto della Madonna Delle Grazie.

E' un susseguirsi di emozioni e stati d'animo che coinvolgono lo spettatore rendendolo protagonista, coplice anche la colonna sonora del film a cura di Umberto Scipione. Di Mattia alla sua prima esperienza di regista, non è nuovo però, al mondo del cinema: ha recitato con Nicols Cage nel film "Il mandolino Del Capitano Corelli" di John Madden. <­<­Ho voluto raccontare la storia della mia gente>> racconta emozionato Di Mattia, <­<­Perchè credo che sia necessario valorizzare le nostre tradizioni, la nostra cultura>>. La leggenda della statua della Madonna Delle Grazie di Cerchio suscita ancora molto interesse ed ancora oggi è invocata da molti fedeli per concedere grazie e miracoli.

   
     
La storia
  di Michela Di Mattia


Pescatori La storia della Madonna Delle Grazie continua ad affascinare per la sua originalità commissionata ad uno scultore doveva sostituire quella ormai deteriorata dalle numerose penetrazioni piovose nella chiesa di s. maria delle grazie in Corbarolo.

Lo scultore giunse da Roma chiamato dagli agostiniani scalzi,che in quel periodo cioè nella seconda metà del XXVII secolo risiedeva no ancora a cerchio. le questue dei frati non bastarono a coprire le spese del compenso che spettava all'artista e ci si affidò all'opulenza delle famiglie più ricche di cerchio,in realtà pochissime.

La statua dopo esser realizzata fu posta nell'altare maggiore della chiesa ma fu rifiutata dopo poco tempo dal popolo facile strumento del boicottaggio delle stesse famiglie che l'avevano finanziata, così l'opera realizzata dall'artista con tanto amore ed impegno,viene gettata di notte nel fiume Giovenco ,a qualche chilometro da cerchio,nei pressi di Pescina. gli anni che seguirono questo episodio furono segnati dalla espulsione definitiva dei frati agostiniani dal convento di cerchio e nel 1776 il convento viene soppresso.

Bisogna arrivare al 1803 quando alcuni pescatori trovano nella loro rete qualcosa di strano.non si tratta di prodotti ittici, ma della statua della madonna delle grazie rifiutata 30 anni prima.viene attribuita a cerchio in quanto il ritrovamento è avvenuto presso le rive del lago fucino in territorio circense.la statua viene pregata affinché desse segni della sua potenza.la risposta arriva con un'eco impetuosa :una bambina cieca riacquista la vista e riesce a vedere anche colei che ha fatto questa grazia.la protezione con cui avvolge i suoi figli è da considerarsi uno dei tanti miracoli che ci dona ogni giorno.

Oggi la madonna delle grazie è pregata e festeggiata da migliaia di fedeli anche da oltreoceano,i quali mantengono saldo l legame con le loro terre d'origine lasciate tanti anni fa in cerca di fortuna.  
 
    
Presentazione del lavoro
 
Germano Di Mattia (l'autore) ( Germano Di Mattia )

L'idea di questo lavoro sulla Madonna Delle Grazie di Cerchio è nato in concomitanza con il bicentenario dei festeggiamenti che si svolgono ogni anno a settembre, ma anche in ragione del fatto che può essere un'occasione per far conoscere le nosre tradizioni e la nostra cultura al mondo la nostra regione, il nostro paese, le nostre origini, il nostro patrimonio culturale, naturale ed artistico sono spesso ignorati, forse per mancanza pubblicitaria.
  
Siamo un popolo le cui qualità non possono che essere lodate per onesta, laboriosità, doti che al giorno d'oggi stanno diventando sempre più un'eccezione. Il film "La leggenda del lago" è un modo per poter parlare di storie quotidiane a cui spesso non si da voce, di una tradizione che si perpetua da duecento anni, di episodi tragici che hanno segnato la storia e che sono stati vissuti nei singoli nuclei di ogni famiglia. I fatti raccontati sono un misto di favola e realtà per poter permettere il perpetuarsi della protezione della Madonna delle Grazie, la quale è garante dell'amore di Dio per un popolo in cui governi la Pace.
 


Ave Maria 

Ave Maria, piena, piena di grazia
Ave Regina, vita sei
Che il mondo non immagina…
Illumina di luce l’anima
Riplendi in noi, siamo il tuo popolo!
Ascoltaci se puoi e infondici la fede
quel canto di speranza 
Che no, non può morire…

Guarda quante stelle,
lacrime di gioia se
oggi sulla Terra
sta rinascendo amore…

Notte di settembre
notte senza Luna ma
oggi sulla Terra
sta rinascendo amore…

Ave Maria, piena, piena di grazia
Ave regina, vita sei 
Che il mondo non immagina…
Tu prendici per mano, salvaci
Noi siamo tuoi, siamo il tuo popolo!
Come una madre tu
Sorveglia i figli tuoi
Con questo sguardo che
Che non si può scordare…
 

PAROLE E MUSICA DI:
GERMANO DI MATTIA

 
Il prof. LorinLo scultore FilippoBambina che ha ricevuto il miracolo
   
Foto della Madonna delle GrazieLa Madonna delle Grazie nel fiumeFra Giustino e Barbara
   
MiracoloLa maga CirceBarbara
   
AbrahanmiFratiMadonna delle Grazie
 
Sei in: - CHIESE E MONUMENTI - Chiesa della Madonna delle Grazie - La leggenda del lago (Film)

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright