Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - CHIESE E MONUMENTI - Chiesa della Madonna delle Grazie - La Confraternita di Santa maria di Corbarolo e la Bolla di Mons. Milanesio

La Confraternita di Santa maria di Corbarolo e la Bolla di Mons. Milanesio
Testi a cura di Adelmo Polla  maggiori info autore
Nel 1557, la cittadinanza di Cerchio costituì una Confraternita detta di Santa Maria delle Grazie di Corvarola. Con Bolla ufficiale del 14 dicembre dello stesso anno, l'allora Vescovo dei Marsi, Mons. Giovan Battista Milanesio, ne sancì il riconoscimento. E' opportuno riportare qui di seguito la versione integrale tradotta di questa Bolla, che può valere come documento ufficiale della nascita vera e propria del culto verso la Madonna delle Grazie. Le fonti di questo importante documento provengono dall'Archivio della Diocesi dei Marsi.
 
Giovan Battista Milanesio, vescovo dei Marsi per grazia di Dio e della Sede Apostolica, saluta e benedice amorevolmente i diletti Confratelli in Cristo e la Confraternita di Santa Maria delle Grazie in Corvarola di Cerchio. " Ci è pervenuta da parte vostra la petizione relativa alla Chiesa di Santa Maria delle Grazie che voi avete costruito nel territorio di Cerchio della nostra diocesi dei Marsi nel luogo chiamato Corvarolo fuori le mura con le elemosine raccolte dai fedeli di Cristo. In essa avete ricavato un locale per la costituzione
e riunione della vostra confraternita. 
 
Chiedete che la Chiesa suddetta e la confraternita siano accolte da Noi sotto la protezione nostra e della nostra Chiesa Cattedrale di Santa Sabina e che esse siano messe a parte delle indulgenze e di favori spirituali concessi e
che saranno in futuro concessi dalla Santa Romana Chiesa e dai Sommi Pontefici. 
 
Noi, pertanto, rispondendo alle vostre attese e alla vostra pia e lodevole richiesta, e volendo, com'è giusto, farvi cosa gradita, in forza della presente lettera, mettiamo sotto la protezione nostra e della Chiesa Cattedrale di Santa Sabina voi, la vostra Confraternita e la suddetta Chiesa di Santa Maria delle Grazie in Corvarola fuori le mura del paese di Cerchio; le mettiamo a parte altresì di tutte indistintamente le indulgenze e favori spirituali
concessi e che saranno in futuro concessi dalla Santa Romana Chiesa e dalla Santa Sede Apostolica. A garanzia di tutto ciò abbiamo fatto scrivere la presente da Noi firmata personalmente e munita del nostro sigillo maggiore.
 
Data il 14 Dicembre dell'anno del Signore 1577, Indizione quinta. Nell' anno sesto dell'attuale pontefice Gregorio XIII nostro papa per grazia di Dio.

A consolidamento di una tradizione religiosa che aveva coinvolto ormai la cittadinanza tutta. I maggiorenti della Università di Cerchio presero allora contatto con l'Ordine degli Agostiniani Scalzi di Roma. Ad essi venne prospettata la possibilità di costituire un nucleo di Agostiniani in quella Università e la conseguente costruzione di un convento a fianco della Chiesa di S. Maria di Corbarolo. La Curia Generalizia dell'Ordine accettò la proposta e, con atto notarile del 15 giugno 1613, il notaio Antonio D'Amore stipulò la convenzione fra le parti. Fu dato il via ai lavori e dopo alcune difficoltà insorte
verso il 1617, si dice per mancanza di fondi, finalmente, nell'anno 1619, il convento venne ultimato e i frati Agostiniani ne presero stabilmente possesso.

 
 

 
Sei in: - CHIESE E MONUMENTI - Chiesa della Madonna delle Grazie - La Confraternita di Santa maria di Corbarolo e la Bolla di Mons. Milanesio

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright