Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - STORIA - NOTE

NOTE
1) - Muzio FEBONIO: "Historia Marsormn libri tres una cum eorundum episcoporum catalogo auctore MUtio Phoebonio" Napoli apud Michelem Monachum 1678 - Pietr'Antonio CORSIGNANI: "Della reggia klarsicciii(1 ", Napoli MDCCXXXVIII presso il Parrino -Litigi COLANTONI: "Storia dei marsi più antichi fino alla guerra Marsica Italica e) Sociale Rocco Carabba Lanciano 1889. 
 
2) - Nel Novembre del 1987 al n. Il della Rivista "Marsica Doman
pubblicai. per mettere un pò d'ordine alle notizie sparse riguardanti la figura dello storico marsicano Andrea Di Pietro il seguente articolo: "Andrea DI PIETRO. Nacque centoottantanni fa, l'8 Maggio 1807, ad Aielli, lo storico e canonico-teologo della Cattedrale dei Marsi, don Andrea Di Pietro, figura di primissimo piano della storiografia locale,infatti le sue pregevolissirne opere: "Sulle principali Antichità Marsica ne, cinque paragrafi ecc. (Aquila 1869) -, "Agglomerazioni delle popolazioni attuali della diocesi dei Marsi"; dei vescovi della diocesi dei Marsi" e"Corupendio della vita di S. Berardo ecc.`, edite, le ultime tre, dalla gloriosa casa editrice avezzanese eli Vincenzo Magagnini fra il 1869 e il 1872, sono di valido supporto a chi vuole tentare di ricostruire
l'umile storia del proprio paese natio specialmente per il periodo medioevale La sua opera somma, infatti, è senz'altro le agglomerazioni ecc," dove egli descrive i passi salienti della storia di tutti i paesi della Marsica (nel 1869 pubblicò la citata opera senza il mandamento di Tagliacozzo e di Carsoli e, tre anni dopo, nel 1872 ripubblicò l'intera opera anche con i due suddetti mandamenti ') attingendo la maggior parte delle notizie dall'archivio diocesano, Non sempre lieto, l'opera del Nostro fu sempre gradita e lodata infatti Federico Terra nella Sua opera: 'Sopra il difetto, la importanza e la necessità d'una storia (De' Marsi ecc. "Aquila 1876 così lo descrive: "( ... ) Che dovrà dirsi mai dell'altro nostro scrittore coni contemporaneo D, Andrea Di Pietro? ( ... ) Quando alle opere pubblicate non e a lodarsi davvero, e d a parte qualunque riserva consigliata da ogni altro sentimento che non quello della verità egli è per fermo ( ... ) l'ultimo degli storici nostrani. Volendo solo sceverare il male dal prossimo potrebbe dirsi che il Catalogo dei vescovi della Diocesi cc. sia l'opera meno condannevole delle altre ( ... )". Le altre opere poi, sempre a giudizio del Terra sono: "(_) i lavori più sbagliati di tutti sia nella sostanza sia nella forma (...) il Di Pietro, è scrittore poco diligente e niente autorevole di cose attinenti alla nostra storia: perciò stesso da diffidarne ancor in modo da non prendere per (secondo le parole del Rogadeo, del Giovenazzi, del Mommsen) le visioni le chimere, le frottole o le poltronerie sue ( ... ) ". Giudizi questi molto duri, addirittura il Terra mette in dubbio anche l'unico documento da lui apprezzato: ,( ... ) possiamo essergli grato senza dubbio per aver pubblicato nella seconda delle sue opere quelle notizie riguardanti le Chiese marsicane, nonché quella Bolla di Clemente 111 al nostro vescovo Eliano, La quale (se vera) è interessantissima per la notizia che ci da di tanti antichi paesi, Casali o Villaggi nostrani ( ... ) ". Giudizi senz'altro, aspri per lo più, però ispirati da altri pareri negativi di autorevoli storici quale senza dubbio fu Theodor Mommsen (1817-1903) . E sulla scia di questi, anche in tempi vicini a noi, acriticamente il giudizio sull'opera del Nostro è ancora lo stesso anche se negli ultimi anni se ne sta rivalutando l'opera grazie anche ad una certa funzionalità dell'Archivio diocesano (sagaciamiente messo a posto dal noto ricercatore di cose rnarsicane Angelo Melchiorre) che permette di verificare le notizie fornite dal Di Pietro un secolo fa. Mentre il suo ingegno si preparava ad altre fatiche letterarie la morte lo colpiva in Cappelle dei Marsi il 26 Marzo 1874 ".Nonostante siano passati ben 12 anni da quell'articolo e nonostante, finalmente, autorevoli storici contemporanei si stiano più attivamente interessando alla storia medioevale della nostra Marsica, non tutti, è veramente un peccato, conoscono l'operato del Nostro che senz'altro va difeso e fatto conoscere a tutti. Laugurio nostro è, che per il III Millennio chi di dovere si adoperi per organizzare incontri culturali attraverso i quali finalmente la figura dello storico Andrea Di Pietro venga messa nel giusto risalto e abbandoni definitivamente il limbo,degli autori sconosciuti o misconosciuti: 
 
3) - Andrea DI PIETRO: "Agglomerazioni op. cit." 
 
4) - Nel 1875il lago Fucino fu completamente prosciugato. Colossale opera per quei tempi fortemente voluta dal banchiere e poi principe Alessandro Torlonia (1800-I886) realizzata daí valentissimi ingegneri Fraiitz Mayor de' Montricher, Enrica Samuele de Bermonti, Alessandro Brisse.Opera questa che fortemente caratterizzò insieme alla realizzazione dell'importante tratto Ferroviario Roma-Sulmona (1888) e, ancora prima, l'unificaziorie (del Regno d'Italia (1861) la nostra contrada marsicaria portandola ad aprirsi
verso innovativi fermenti socio politici culturali. 
 
5) - E M. AMICONI: "Appunti di archeologia cerchiese" Arti Grafiche Fratelli Palombi Roma s- d. ma 1987) 
 
6) - Il 5 febbraio 1458 in un documento conservato sempre nel monastero di Montecassino apprendiarno: "( ... ) Luco Fra Martino monaco e Don Marco Perrone, da S. Germano, visitatori, vicari e commessari del Monastero Cassinese-Ludovico frate Cardinale patriarca di Aquileia.camerlengo del papa, conferiscono a D. Antonio Rocco di Aielli di S.Lucia S. Anastasia in Cerchio della prepositura di S. Benedetto dei Marsi, soggetto al monastero di Cassino Notizia gentilmente fornitami da Mons. Antonio Chiaverini, 
 
7) - Andrea Di Pietro. "Agglomerazioni op. cit, 
 
8) - A. PAOLUZI: "Marsica nel prirno anniversario (lei terremoto del 13 gennaio 1915 Numero Unico-Tip. dei Monasteri Subiaco 
 
9) - E DELOGU: I BARBARI IN ITALIA" Archeo-Dossier Ist. Geograg. De Agostini, febbraio 1986 
 
10) - S. TERRA-ABRAMI: articolo su Il Tempo della Marsica del 28. 12. 1986-Documentati anche a Pescina, Trasacco, Barrea anni 882-83 e 937.
 
11) U. BALZANI: Il Chronicon Farfense di Gregorio CATINO" -vol. primo tipo. dei Senato 1903 -A. M. RADMILLI-U. IRTI-G. GROSSI-M. MASTRODDI: "Ortucchio" Edizione dell'Urbe Roma 1985 -Forse è il luogo noto come "Salciette di Frimini riportato nel più volte citato Catasto degli Agostiniani Scalzi 
  
12) - A. DI PIETRO: "Agglornerazioni op. cit." 
 
13) - A. DI PIETRO: "Agglomerazioni op. cit." 
 
14) - A. Di PIETRO: "Agglomerazioni op. cit." -Vedi anche "Chronica Monasterii Casinensi", L IV cap. 19, in MGH, scriptores, T. XXXIV Ed. Hartmet Hoffman p. 448 - A. CLEMENTI, M. R. BERARDI, G, MORELLI, E. ANGELINI: " fondi pergamenaceo e cartaceo della collegiata di S. Cesidio di Trasacco" A cura della Deputazione Abruzzese di Storia Patria - L'Aquila 1984
15) - E collocata nell'Archivio della diocesi (lei Marsi in Avezzano. Vedi in seguito. 
 
16) - A: DI PIETRO: "Agglomerazioni op. cit." 
 
17) - In altri documenti posteriori viene citata come chiesa eli "S. Laurenti in preturo Vi era stato, forse, in questa località un attendamento militare (Pretorio ?) . Tale località è limitrofa alla città di Cerfennia (l'odierna collarmele . 
 
18) - E M. AMICONI: "APPUNTI DI ARCHEOLOGIA CERCHIESE" Arti Grafiche Fratelli Palorribi-Roma- s. ci. (ma 1987)
 
19) - L la località Flimini erroncamente trascritta; anche nelle pagine precedenti il SELLA ha commesso errori di trascrizione confondendo la lettera F cori la S; la lettera 1 con la lettera U; la lettera R con la lettera N; la lettera P cori la lettera B ecc. 
 
20) - T. LECCISSOTTI: "MONTECASSINO / LA VITA / LIRRADIAZIONE" Vallecchi Felitore Firenze 1946 
 
21) - L. PALOZZI: "UN INTERESSANTE CASO DI OMONIMIA TRA LE ROCCHE DI CERRO DELLA MARSICA MEDIOEVALE" in Bullettino Deputazione di Storia Patria annata LXX (1980) l'AQUILA 
 
22) - N. E FARAGLIA: "SAGGIO DI COROGRAFIA ABRUZZESE MEDIOEVALE" Napoli R. Tipografia E Giannini e Figli Cisterna dell'Olio 1892 
 
23) - Il citato documento conservato nell'Archivio della Diocesi dei Marsi in Avezzano è. stato tradotto, per la prirna volta, dallo storico Mario DI DOMENICO in "Bullae indulgentiarum de Circulo M'CCC' PP Bonifacij Octavi - Museo Civico Cerchio, Quaderno n. 41, Anno 111, 2000. 
 
24) Infatti tale luogo viene citato il 18 Marzo 818 in documenti inediti di Montecassino. 
 
25) E SEI-LA: "Rationes decimarum Italiae/aprutium-Molisium/ Le decime dei secoli XIII e XIV" Città del Vaticano MDCCCCXXXVI - A. Di PIETRO: "agglomerazioni op, cit." - E M. AMICONI: "Appunti di archeologia op. cit." - E AMICONI: " Storia di Cerchio dalle origini op. cit," - F AMICONI: "l'archivio Parrocchiale di Cerchio... op. cit." - E AMICONI: " Storia della Chiesa eli S. Bartolorneo.... op. cit.', 
 
26) - Archivio della Diocesi dei Marsi - Avezzano. Vedi anche Mairio di domenico: "Bullae indulgentiraum (le Circulo PP Bonifacij Octavi" museo Civico di cerchio, Quaderno n, 41, Anno 111, 2000. Il primo a tradurre in parte tale documento è stato lo storico Angelo Melchiorre. F. M. AMICONI: "Appunti .... op. cit."- E AMICONI: "Storia di Cerchio ... op. cit." 
 
27) - Il suo corpo riposa in Roma nella sua Basilica all'isola Tiberina 
 
28) - A. FRUGONI, "Il giubileo eli Bonifacio VIIF' a cura di Amedeo De Vincentiis Editori Laterza Bari 1999 
 
29) - FRANCOIS-L. GANSHOV: "Il Medioevo" -Storia politica del Mondo-I-UNEDI Roma 1976 - E M. AMICONI: "Appunti ... op. cit. E AMICONI: "Storia di Cerchio. . . op. cit." 
 
30) - Papa Bonifacio Vili, cori la bolla 30 dicembre 1297 ordina a lacobo de Gordiano (Goriano Sicoli della Conica di Celano), dalla casa del Penitenziere Pontificio, di promuovere nel patrimonio di S. Pietro la prima crociata contro i due Cardinali Colonna, dichiarati scismatici e ribelli alla Santa sede Allo stesso personaggio Bonifacio VIII invia 1'8 maggio 1302 un'altra Bolla nella quale si ordina di riformare il Monastero delle Monache di 5, Maria dell'Ordine Benedettino in Benevento (Vedi Emilio Splendore: "Profilo archeologico e storico dei Comuni della Valla Subequana", Sulmona 1997, 
 
31) A. FRUGONI: " li giubileo ... op. cit. 
 
32) Atti (lei Convegno Storico Internazionale l'Aquila, 5-6 Ottobre 1994: Indulgenza nel Medioevo e Perdonanza di papa Celestino " Arti Grafiche Aquilane snc 1988) 
 
33) - Archivio Diocesi dei Marsi Avezzano 
 
34) - U. BALZANI: "Il Chronicon Farfense eli Gregorio Catino" Voi. I-Tip del Senato 1903: "( --- ) Ad Pacianum petiae ii prope rigum quas tenet Berardus filius Ponzonis In petelline tenet Ilugo praesbiter et fratres eius petiam i. Hanc de Sancto Leucio et Sancta Maria in Salceto quas tenent Guarakeri( ... )": A Paliano 2 pezzi(di terra) vicino al rio che tiene Berardo figlio di Ponzone... In Petelline Ugo presbitero e i suoi fratelli tengono Un pezzo(di terra). 1 Guarekeri tengono un pezzo di terra in S. Leucio e in S. Maria in Salceto ( ... )". Il citato documento fu compilato nell'XI secolo d. C. rna si riferisce ad una situazione storica, databile fra gli anni 789-822. H luogo citato come S. Maria in Salceto forse, sicuramente, è. il luogo "Salciette di Frimini" riportato nel Catasto di Santa Maria delle Grazie in Corbarolo redatto da Ferrante Cocuzzio nel 1677 in visione nel Museo Civico di Cerchio. Gli altri toponimi notissimi sono ancora oggi attestati nelle mappe comunali di Cerchio. 
 
35) - L. SALADINO: "I monasteri benedettini dell'Abruzzo interno: ruolo politico e funzione economica (secoli VIII-XI)" Quaderno Museo Civico Cerchio n. 6 Anno I 1998-pagg. 5, 6- nota 6: Cervariana, Felimini e Patelline. 
 
36) - I. SALADINO: "l'organizzazione ecclesiasica nella Masica dalla tardoantichità all'alto medioevo - Quaderno Museo Civico Cerchio n. 3 1 An no Il 1999 pp. 4, 5, 6 e 7: S. Anastasia in Torpiliano Anno 81.8 S. lanuario in Torpiliano Anno 818 S. Lucia in Circlu Anno 818 " Appendice "S. Felice (forse Flimini)" Anno 964 S. Maria in Salecto (forse in Salceto?) fine VIII sec-inizio IX sec. S. Martirio in Flirnini Luglio 1097 S. Massirno in Gurgu (forse Burgu ?) anno 8 18 SS. Leucio e Maria in Salecto (forse Salceto ?) fine VIII-IX 
 
37) - A. A. VARRASSO: " 1 documenti marsicani nel Codice di Casauria Quaderno Museo Civico Cerchio n. 25 Anno Il 1999- pagg. 18, 19, 20, 21, 22: 22) e. 67 r. De Villamaina assente la nota cronologica 23) e. 67 r. de Villamaina " C, 67 R) "De dote cuiusdam Adoperge 1026 Cabazano (toponirno ancora oggi attestato nelle mappe comunali Capazzano ( in dialetto capazzan)' ce. 112 r. v. "Pactiano" 4 Giugno 879- Ancora oggi attestato nelle mappe comunali "Paziani" 30) bis Anno 975, 30 Marzo , "Magliano, Pretoro, Ceturo toponimi ancora oggi attestati nelle mappe comunali: Via Majano, Preturo, Ceturo (lontana di Ceturo località quest'ultima fra i territori comunali di Cerchio e collarmele 32 cc) 186 r. v.: Anno 1028, Gennaio (manca il giorno) "pactiano" (vedi sopra) 39 cc). 201 - De Cretari- Anno 1043, mese Aprile ( manca il giorno) Attestato nella mappe comunali ed anche nel Catasto degli Agostiniani Scalzi del Convento della Madonna delle Grazie dei 1677 (Museo Civico Cerchio): " ... Cretaro-Osteria di Lanzo sul Cretaro ... Tratturo Reggio fosso d'acqua o Rio, via da Pescina a Celano... 41 ce). 201 v. "De Cretari anno 1043 (manca il giorno)- Vedi sopra. 42 cc). 203 r. "De Cretari Anno 1044 ottobre ( manca il giorno) Vedi sopra. 
 
38) - Archivio Diocesi dei Marsi- Avezzano 
 
39) - Notizia gentilmente fornitami dal grande ricercatore e benemerito studioso Giorgio Morelli, ti-atta dalla Biblioteca Vaticana Barb. Arch. indice II, 1963/13, fase. 16. 
 
40) Evelina JAMISON: "I conti eli Molise e di Marsia nei secoli XII e XIIV Casalbordino - Casa Tipografica Editrice Nicola De Arcangelis 1.932. Tommaso eletto Tommasello minorenne credito alla Morte del padre Ruggero deceduto nel mese di dicembre del 1282 (era nato intorno al 1202) la contea di Celano insieme alla sorellastra Filippa madre di oddo pretendente della contea dei Marsi: "(. . .) Celano poi doveva essere tenuto in comune delle due parti pretendenti che ne avrebbero diviso le rendite. Ma Oddo divenne presto così rapace che si dovè finalmente venire alla divisione della Contea nel 1297( ... )" 
 
41) - E UGHELLI: Italia sacra sive De Episcopus Italiae ecc. Venetiis Apud sebastianum Coleti MDCCXVIL Vedi anche F UGHELLI: Italia Sacra. La diocesi dei Marsi. Vicende e documenti per la storia della Marsica dall'anno 555 al 1680 per la prima volta tradotti dal Latino (la ilio Di lorio-Tascabili d'Abruzzo 51-Adelmo Polla Editore-Cerchio 1992: "( ... ) Giacomo Busce dell'ordine dei Predicatori, alla morte di Giacomo (la Bonifacio VIII, cancellata la postula zione del capitolo in favore della persona di Alessandro de Pontibus, (LI [atto vescovo marsicano nell'anno 1295, il 2 ottobre (Reg. Va(. Epist. 301, [o]. 92, an. 1)". Vedi anche F.UGHELLI: " Italia sacra sive..." Romae apud B. Tanum 1644-1662. 42) - "Da Pietro del Morrone a Celestino W Alti del)' Convegno Storico L'Aquila, 26-27 Agosto 1994 Settimo centenario dell'elezione e della rinuncia al pontificato - A cura di Walter Capezzali - L'Aquila Amministrazione Provinciale 1999 - Graphicpress L'Aquila 1999.

 
  
Sei in: - STORIA - NOTE

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright