Home Page del Comune Clicca per approfondimenti

Clicca per visualizzare la guida alla navigazione
 
 

TERRITORIO

 

in evidenza

 

Risorse

 

 
Sei in: - STORIA - Cronologia storica

Cronologia storica
I° Millennio a.C.: "BRACCIALETTO DA CERCHIO" in argento (Museo di Perugia)
 
VIII° sec. a.C.: "DISCHI CORAZZA" di bronzo (Museo di Perugia, Chieti, Museo Palafitticolo di Celano  e privati;
 
IV-III° sec. A.C./HI sec. d.C.: vari e significativi reperti archeologici;
 
789-822 d.C.: dal registro FARFENSE vengono citate alcune località del territorio di Cerchio: "Ad Pacianum (Paziani nei pressi del fosso di S. Stefano) Il prope rigum, quas tenet Berardus filius Ponzonis…….. In Petiae (l'odierna località Vitellino) tenet Hugo praesbiter et fratres eius petiam I";
  
818 (18 Marzo): viene citato per la prima volta il nome di Cerchio (CIRCLU): "Santa Lucia in Circlu";
 
981 (9 Agosto): documento dove viene riportata un'altra località del nostro territorio : "San Felice in palude";
 
1098: documento in cui viene riportata la chiesa di S. Martino: "Loco qui Plimini appellatur";
 
1115: Papa Pasquale II in una sua Bolla riguardante l'elenco di tutte le chiese morsicane soggette al Vescovo dei marsi cita sei nostre chiese: "S. Martini in Flemino, S. marie in Ceravano, S. Laurenti in Petrolio, S. Feliciano in Villa Magna, S. Marie in Avanoso, S. Viti in Ozano";
 
1188 (2 Luglio): Papa Clemente II nella sua Bolla enumera quattro chiese: "S. Petri in Cornavino, Sancti martini in Flimini, Sanctae Thomae e sancti Angeli in Pomperano";
 
1295: Il Vescovo al tempo di Papa Bonifacio VIII, nel primo anno del suo pontificato, concedono 40 giorni di indulgenze a chi visita la chiesa di s. Pietro in Flimini;
 
1300: 16 Vescovi ai tempi di Papa bonifacio VIII, in Roma, in occasione de I Anno Santo, emettono una "BULLA INDULGENTIARUM" a favore della chiesa e dei parrocchiani di S. Bartolomeo de Circulo (tale importante documento viene conservato presso l'archivio della Diocesi dei Marsi in Avezzano);
 
Sec. XIV: nel registro dei Sussidi Caritativi delle chiese della Diocesi dei Marsi conservato nel sopraccitato archivio, vengono citate 10 chiese del territorio di Cerchio con i relativi toponimi: "Sancti laureti de Preturo , Sancti Stefani de Caperzano, Sancti Bartolomeo de Circulo, Sancti andrea de Preturo, Sancte Margarite de Villa Mayna, Sancti Silvestri de Turpillano, Sancti Salvatoris de Turpillano, Sancti Viti de Ozano, Sancte Marie de Avenusio, Sancti Stephani de Patiano";
 
1425: "Ligio omaggio" da parte dei sindaci di Cerchio e di Aielli all'Utile Padrone "Odoardo Colonna": "nell'archivio De Colonnesi" in Roma osservato abbiamo una carta di procura con i sindaci di Cechio per giurare fedeltà nell'A. 1425 a Odoardo Colonna". PA Corsignani in "Regia Marsicana" Napoli 1737
 
1443: Cerchio conta "fuochi" 77
 
1447: Cerchio conta "fuochi" 73
 
1484: tre cittadini di Cerchio, procuratori della chiesa matrice di S. Maria dell'Annunziata, commissionano ad un valente orafo sulmontino un'artistica croce professionale in argento sbalzato dove fanno apporre una scritta nella quale viene riportato l'anno in cui è stata elaborata (1484) e i nomi dei committenti;
 
Sec. XVI: E' il secolo in cui visse Pietro Capoccitto eletto per ben quattro volte alla carica di Generale dell'Ordine dei Celestini e noto come il Riformatore dell'Ordine (1526-1584);
 
1591: Cerchio insieme alla contea di Celano e alla baronia di Pescina viene venduto da Alfonso Piccolomini a Camilla Peretti (l'atto fu perfezionato l'anno dopo);
 
Sec. XVI: alla fine del secolo Cerchio conta 192 "fuochi" (famiglie) pari a circa 960 abitanti;
 
1614: Inizio lavori del Convento degli Agostiniani Scalzi;
 
1629: Cerchio conta 720 abitanti;
 
1633: "Adi primo novembre 1633 in giorno di Martedì ad hore venti in circa prima che si cominciasse il Vespero, fu un grandissimo, et spaventoso terremoto che fece tutti restare smarriti per non essere udito più simile et dopo finito il Vespero delli defunti dal Reverendo Clero presente il popolo fù esposto il Ssmo Sacramento con grandissima devozione acciò non rassicondasse come gratia del signore". (Archivio Parrocchiale Cerchio-Museo Civico);
 
1648: "Adi 19 gennaio 1648 circa le 14 hore mentre si celebrava la messa (pubblic)a fu un terribile terremoto più terribile degli anni passati. Nel qual tempo stava assediata la terra di Celano dal Pezzola per providere gente della serenissima Repubblica di Napoli et in detta terra di Cerchio vi erano 150 soldati";
 
1648: Cerchio è tassato per 118 fuochi
 
1656-1657: epidemia di peste, muoiono 254 persone;
 
1683: "Nell'anno di Nostro Signore 1683 furono grandissimi freddi con ghiacci estraordinarij a segno tal che si giacciò tutto il Laco di Fucino e cominciò il giorno primo di S. Antonio Abbate durando detto Laco ghiacciava di mesi continui, cioè fu sino a quindici di Marzo senza poter pescare né entrare con barghe a detto laco ma ben vi si andava conforme si camtilla per terra et alcuni d'Hortucchio ch'avevano pesci coniouvati nelli mucchij vi andano a pigliar senza barghe e spezzando il ghiaccio con l'accette facendo il buco a modo di sepolture di dove avevano il detto laco, cioè partirono da tra sacco, et adorno a S. Benedetto et al ritorno falerno strada cosa mai più praticata da Nostri trapassati. E si pigliorno a gran quantità di foliche e Aneri a fuga con i cani e senza sopra il detto giaccio e fuori per li Sementati e prata che per la necessita scappavano fuori dal detto Laco Laus Deo 1683";
 
1703: "Adi 14 gennaro 1703 Domenica seconda dopo l'epifania, verso un'hora e mezzo di notte fu similmente un terribile terremoto che qui in Cerchio cederono alcuni travi e tavole in alcuni tetti de particolari e anco murario di casaleni, e fu proprio il terzo anno dopo la morte di Carlo II Re e Monarca di Spagna di Casa Austriaca; nel qual tempo terribilmente si guerreggiava la detta Monarchia dalla Griatore con il Duca D'Angiò nipote di Luigi Re di Francia con numerosissimi eserciti d'ambedue in diverse parti e nell'istes'anno il Sangue del glorioso. Gennaro non fè il solito miracolo della liquefattione del proprio sangue questa dette gran timore a viventi; generale terrore replicò due altre volte in detta notte , ma non così terribilmente cioè che appena fu conosciuto";
 
1705-1706: I santi Giovanni e Paolo Martiri vengono eletti protettori di Cerchio;
 
1718-1723: Cerchio conta 479 abitanti;
 
1732: i "fuochi" di Cerchio sono 77;
 
Sec. XVIII: Inizi dei lavori della nuova chiesa parrocchiale in onore dei Santi Giovanni e Paolo Martiri (tale sacro edificio verrà distrutto dal terremoto 13/01/1915);
 
1780: Cerchio conta "fuochi" 132;
 
1797: Cerchio conta 920 "Anume";
 
1821-1822: Alcuni personaggi di Cerchio fanno proprio i "Moti di Nola";
 
1845: gli abitanti di Cerchio sono 1316;
 
1867: In questo periodo un garibaldino di Cerchio: Pamara Antonio immola la propria vita per Roma capitale d'Italia.
 
1850: la disgrazia che si ebbe del forte terremoto avvenuto la mattina dei renta or caduto mese ha fatto si che non possa neppure da questo fondo prendersi cosa alcuna, poiché ha rovinato quasi tutte le Chiese di padronato di questo comune fra le altre la parrocchiale di cui la cupola ha sofferto in più punti ed a bisogno di sollecito riparo. In quella della Vergina Santissima della Grazie deve nuovamente ricostruirsi l'intera volta, con il tetto la Chiesa del Camposanto istesso".
 
1861: I censimento del regno d'Italia: Cerchio conta 1581 abitanti;
 
1901: Cerchio conta 2545 abitanti;
 
1911 9-24 Settembre: Epidemia colerica muoiono 10 persone;
 
1911: Cerchio conta 2582 abitanti;
 
1915 13 Gennaio muoiono, a causa del terribile terremoto, 224 persone e l'80% delle abitazioni vengono distrutte;
 
1919 alcuni cerchiesi partecipano con Gabriele D'Annunzio alla presa di Fiume;
 
1922: anche la popolazione di Cerchio partecipa alla "Marcia su Roma";
 
1927 15 maggio: posa della prima pietra per la costruzione della nuova chiesa in onore dei sancti Giovanni e Paolo Martiri;
 
1930 27 settembre: inaugurazione della chiesa dei Santi Giovanni e Paolo Martiri;
 
1931: Cerchio conta 2709 abitanti;
 
1944: anche a cerchio scoppiano tafferugli per la "Liberazione";
 
1948: il cinema Dante inizia la sua attività cinematografica;
 
Anni 50 Cerchio è presente alle "Lotte del Fucino";
 
1956 15 maggio:, inaugurazione del nuovo asilo infantile;
 
1959 17 aprile: istituzione Scuola Media Statale, inizio lezioni anno scolastico 1960/61;
 
1981: si istituisce la biblioteca comunale;
 
1986 21 ottobre: viene istituito, nell'ex convento degli Agostiniani Scalzi il Museo d'Arte Sacra (ora Museo Civico: Arte Sacra e Civiltà Contadina).
   
 
 
Sei in: - STORIA - Cronologia storica

Territorio

 
 


Team sviluppatori
| Grafica e Redazione | Copyright